Perché acquistare una mascherina in tessuto lavabile & ecosostenibile?

Da mesi il mondo intero è costretto ad affrontare l’emergenza sanitaria dovuta al diffondersi del virus SARS-CoV-2. In aggiunta alle raccomandazioni che provengono dagli istituti di sanità nazionali di tutti i paesi (compreso il nostro Ministero della Salute ), tra cui mantenere la distanza di sicurezza interpersonale e lavarsi spesso le mani, tutti noi abbiamo dovuto procurarci mascherine di vario tipo, per ridurre la diffusione di droplets e contrastare l’epidemia.

Nello scegliere la tipologia di mascherina più adatta alle nostre esigenze, ma che allo stesso tempo garantisca un alto grado di protezione per noi stessi e per la comunità, spesso le informazioni sono numerose e non è facile intrprendere la giusta scelta.

 

Il nostro progetto EcoMask.it nasce proprio da questa esigenza. Fornire alla comunità un prodotto di qualità, comodo e funzionale, 100 % made in Italy, curato in ogni minimo dettaglio: dai materiali alle finiture con un’attenzione particolare all’estetica, alla durabilità del prodotto e all’ambiente.

L’acquisto di una mascherina in tessuto lavabile infatti, oltre a proteggere la comunità, aiuta a rispettare l’ambiente e riduce la presenza di rifiuti nel nostro pianeta. Nonostante le numerose raccomandazioni su come smaltire guanti e mascherine usa e getta , è tristemente frequente trovarle nel suolo buttate a terra. L’impatto ambientale, oltre che visivo, è notevolissimo. La produzione e lo smaltimento delle mascherine sanitarie rappresentano due grossi problemi che il mondo intero deve affrontare nell’immediato. Come spiegato anche dal Ministero della Salute Italiano, le mascherine non sono un prodotto reciclabile. Se pensiamo che solo la Cina ne produce 200 milioni al giorno; gli Usa ne vogliono 3,5 miliardi, 1,2 l’ Italia (130 milioni al mese). Per la maggior parte sono in poliestere o polipropilene: materiali altamente inquinanti.

Già a fine Maggio l’ONG francese Opération Mer Propre (OMP) aveva lanciato l’allarme su questa nuova minaccia per gli ecosistemi marini dopo aver scoperto un numero esorbitante di mascherine usa e getta e guanti in lattice nei fondali del Mediterraneo. L’Organizzazione aveva fatto notare che, se anche solo l’1% delle mascherine fosse smaltito in modo non corretto, questo significherebbe ogni mese 10 milioni di questi dispositivi dispersi nell’ambiente. Il rischio è che finiscano per diventare onnipresenti nell’ambiente, come avverte Joffrey Peltier di OMP. Sarà l’inquinamento del futuro se non viene fatto nulla”. “Presto correremo il rischio di trovare più maschere che meduse nel Mediterraneo”, ha aggiunto Laurent Lombard di Opération Mer Propre. 

Una mascherina lavabile mi protegge correttamente?

Ovviamente la risposta a questa domanda è “dipende dal tipo di mascherina che si acquista”. In commercio si trovano molte mascherine in tessuto lavabili, ma non tutte posseggono standard di protezione elevati. E’ molto importante accertarsi sui materiali utilizzati per la produzione. In primo luogo per avere un’idea della qualità finale del prodotto, ed anche per rendersi conto di possibili allergie della nostra pelle.

Le nostre mascherine sono composta da:

  • uno strato interno (a contatto con il viso) in tessuto poliammide con fibra di argento che garantisce un elevato potere antibatterico e antistatico.
  • uno strato intermedio realizzato con un filtro sostituibile anti-droplets composto da 3 strati in nanofibra SMS (Spunbond+Meltblown+Spunbond): gli stessi materiali utilizzati per la realizzazione delle mascherine chirurgiche e indicati dall’Istituto Superiore di Sanità (ISS). Questo filtro è in grado di fermare le nanoparticelle, garantendo un’ottima protezione e un’elevata traspirabilità.

Consigliamo di utilizzare il filtro per massimo 8/10 ore, smaltire e sostituire con un nuovo filtro.

  • uno strato esterno in tessuto ultrasoft elasticizzato, che rende il prodotto estremamente confortevole ed ergonomico.

Scegliendo Ecomask acquisterete un prodotto di alta qualità, ergonomico ed in grado di aiutare a ridurre la diffusione di droplets. (Ricordiamo che le mascherine lavabili Ecomask non sono un dispositivo medico (DM) né un dispositivo di protezione individuale (DPI). Raccomandiamo di mantenere sempre la distanza di sicurezza e di lavarsi bene le mani prima di indossare la mascherina e appena la rimuovete).

Quale tipologia di mascherina lavabile è più adatta a me?

La forma del viso, il taglio di capelli, e ovviamente il proprio gusto personale rientrano tra la variabili da considerare. Per le donne con i capelli lunghi, noi consigliamo la tipologia classica di mascherina con sostegno auricolare. Queste mascherine possono essere percepite come scomode ad una prima vista, in quanto una scorretta misura porta le orecchie ad uno “stress” eccessivo. Inconveniente che può verificarsi nelle mascherine prive di regolatore dietro le orecchie, che permette infatti definire la lunghezza dei lacci preferita per trovare la giusta tensione e non avere alcun fastidio, come le nostre Ecomask modello classico.

Un’altra tipologia di mascherina è quella con sostegno dietro la nuca regolabile, proprio come il nostro modello Ecomask PRO. Quest’ultime sono consigliate per chi preferisce tenere libere le orecchie, o per chi pratica attività motorie soggette a numerose sollecitazioni.

 

Questo tipo di mascherine lavabili sono adatte anche per le ragazze, anche se per un maggiore confort consigliamo di legare i capelli in modo che la mascherina non scivoli.

You don't have permission to register